Bologna Modern - Uno sguardo verso il futuro

Bologna Modern - Uno sguardo verso il futuro

Scritto il 09/10/2020
da Musica Insieme


MICO – BOLOGNA MODERN 2020
14 Ottobre – 19 Novembre 2020
Oratorio di San Filippo Neri – ore 20.30

La V edizione del Festival per le musiche contemporanee organizzato da Musica Insieme in collaborazione con il Teatro Comunale propone un focus sul repertorio per trio, con prime esecuzioni e incontri con autori e interpreti
 
Bologna, 8 ottobre 2020
con cortese preghiera di diffusione e pubblicazione
 
Scarica a questo link (https://bit.ly/3nyvhdA) le foto ad alta risoluzione degli Artisti
 
Dal 2016, il festival Bologna Modern si fa vetrina delle migliori esperienze della musica d’oggi, trovando la propria sede ideale nell’Oratorio di San Filippo Neri, e ospitando prime esecuzioni italiane e assolute. Quello di Bologna Modern è uno sguardo rivolto al futuro e insieme al ruolo centrale di Bologna, città aperta e curiosa verso il nuovo, ma senza dimenticare le proprie radici. Da un biennio inoltre il calendario di Bologna Modern si è letteralmente intrecciato a quello della nostra più che decennale rassegna MICO - Musica Insieme Contemporanea, allo scopo di individuare un vero e proprio “mese della nuova musica” nell’autunno bolognese.

Con cinque concerti fra ottobre e novembre, il fil rouge dell’edizione 2020 sarà la letteratura per trio. A cominciare dal trio per eccellenza, quello di violino, violoncello e pianoforte, il cui repertorio è lastricato di capolavori. Un focus che sarà anche l’occasione per un ritratto in tre concerti del trio italiano più celebrato del panorama internazionale: il Trio di Parma, che proprio nel 2020 festeggia i trent’anni dalla formazione, all’attivo riconoscimenti prestigiosi come il Premio “Vittorio Gui” di Firenze, il Concorso della ARD di Monaco e il “Premio Abbiati” dell’Associazione Nazionale della Critica Musicale. Con l’invitarlo, Musica Insieme ha inteso inoltre rendere omaggio all’importante investitura di Parma Capitale della Cultura. Il programma del loro primo concerto, il 14 ottobre, intreccia le melodie suadenti del Trio di Ravel e i temi popolari irlandesi di Frank Martin a due originali rivisitazioni mozartiane di Arvo Pärt e Gerhard Schedl. Nel secondo concerto del Trio di Parma, il 29 ottobre, Russia e America si incontrano con il Vitebsk Trio di Aaron Copland e i due Trii di Dmitrij Šostakovič – il secondo dei quali è un capolavoro assoluto, nato nel 1944 fra gli orrori della seconda guerra mondiale. Il Trio si congederà poi dal pubblico di Musica Insieme il 12 novembre con due autori, la cui “leggerezza” scaturisce da una profondità e, spesso, da una sofferenza senza precedenti. Così Mauricio Kagel, che studiò musica con Ginastera e letteratura con Borges, lascia che il tango faccia capolino fra le note del Trio n. 3, partitura altrimenti rarefatta e segnata dal dolore per il tumore incurabile che lo stava tormentando. In chiusura, la giocosità campestre dell’unico Trio di Ildebrando Pizzetti rappresenta un doveroso omaggio al compositore parmense.

Accanto al focus sul Trio di Parma, il 5 novembre Musica Insieme porta per la prima volta a Bologna Modern le geometrie variabili dell’ensemble L’Arsenale, diretto dal compositore Filippo Perocco, che celebra quindici anni dalla fondazione con brani appositamente composti per il suo inedito organico, “colorato” da strumenti (soprano, sax, chitarra elettrica, fisarmonica e pianoforte) e accessori affascinanti (synth, oggetti, strumenti fatti in casa, elettronica). Il risultato è un repertorio che esalta l’ampio spettro sonoro del gruppo, sviluppando ulteriormente l’excursus di Musica Insieme sulle possibili declinazioni “in trio” con brani recentissimi, fra cui una prima esecuzione assoluta di Eric Maestri.

Si riconferma poi il sostegno di Musica Insieme al progetto europeo IDEA del Divertimento Ensemble, sfociante in una Call for Young Performers focalizzata ogni anno su un diverso esponente della musica d’oggi. Dopo le integrali pianistiche dedicate a Ligeti e Kagel, il 19 novembre toccherà a Stefano Gervasoni, fra i più autorevoli autori italiani, perfezionatosi con Castiglioni, Corghi e Ligeti. Stefano Gervasoni parteciperà al concerto, introducendo i “Giovani di IDEA”, nove interpreti selezionati dall’annuale workshop interpretativo. In programma anche una sua prima esecuzione italiana, Adagio di sgelo da Mozart, KV 356, nella versione per trio approntata proprio per Musica Insieme.
 
Bologna Modern si realizza in collaborazione con il Teatro Comunale di Bologna e con il sostegno di Pelliconi, accanto a noi sin dalla prima edizione del festival.
 
 
Biglietti in vendita sul circuito Vivaticket e le sere di concerto all’Oratorio di San Filippo Neri a partire dalle 19. Posto unico € 15. Abbonati Musica Insieme e Teatro Comunale, titolari Card Cultura e tessera dell’Istituzione Biblioteche di Bologna € 10. Under 30, Studenti Università e Conservatorio € 5.
 
PER INFORMAZIONI: Musica Insieme Tel. 051-271932 – Fax 051-279278 – info@musicainsiemebologna.itwww.musicainsiemebologna.it – App gratuita “MusicaInsieme” scaricabile da App Store e Google Play
 

MICO – BOLOGNA MODERN 2020
CALENDARIO
 
Oratorio di San Filippo Neri ore 20.30
Mercoledì 14 ottobre 2020
TRIO DI PARMA
Alberto Miodini pianoforte
Ivan Rabaglia violino
Enrico Bronzi violoncello
 
ARVO PÄRT: Mozart-Adagio
FRANCK MARTIN: Trio sur des mélodies populaires irlandaises
GERHAD SCHEDL: Lamento da un corale del Flauto Magico di Mozart
MAURICE RAVEL: Trio
 
Il Trio italiano più celebrato del panorama internazionale intreccia le melodie suadenti del Trio di Ravel e i temi popolari irlandesi di Frank Martin a due originali rivisitazioni mozartiane di Arvo Pärt e Gerhard Schedl.
 
 
Oratorio di San Filippo Neri ore 20.30
Giovedì 29 ottobre 2020
TRIO DI PARMA
Alberto Miodini pianoforte
Ivan Rabaglia violino
Enrico Bronzi violoncello
 
AARON COPLAND: Vitebsk Trio
DMITRIJ ŠOSTAKOVIČ: Trio n. 1 in do minore op. 8 – Trio n. 2 in mi minore op. 67
 
Il Trio di Parma, che proprio nel 2020 celebra i trent’anni dalla formazione, ci offre un viaggio in musica fra Russia e America, in un gioco di rimandi fra il Vitebsk Trio di Copland e i capolavori di Šostakovič.
 
 
Oratorio di San Filippo Neri ore 20.30
Giovedì 5 novembre 2020
ENSEMBLE L’ARSENALE
Livia Rado soprano
Ilario Morciano sax
Lorenzo Tomio chitarra elettrica e classica
Igor Zobin fisarmonica
Roberto Durante pianoforte e synth
Filippo Perocco direzione e synth
 
STEFANO PIERINI: Rizoma I per soprano, sax, chitarra elettrica, accordion, pianoforte ed elettronica
ZENO BALDI: Deepstaria per due sintetizzatori analogici e chitarra elettrica
ERIC MAESTRI: E i tifoni i maremoti per soprano, sassofono, elettronica e strumenti
prima esecuzione assoluta
FILIPPO PEROCCO: Soffio muta per soprano, fisarmonica, organo meccanico, synth ed elettronica
SILVIA BORZELLI: di questo per soprano, sax, chitarra elettrica, accordion e pianoforte
 
Le “geometrie variabili” dell’ensemble fondato dal compositore Filippo Perocco celebrano 15 anni di attività con un programma incentrato su originali formazioni, dal trio al sestetto
 
 
Oratorio di San Filippo Neri ore 20.30
Giovedì 12 novembre 2020
TRIO DI PARMA
Alberto Miodini pianoforte
Ivan Rabaglia violino
Enrico Bronzi violoncello
 
MAURICIO KAGEL: Trio n. 3
ILDEBRANDO PIZZETTI: Trio in la maggiore
 
Musica Insieme completa il focus sul Trio di Parma con la “leggerezza profonda” di Mauricio Kagel e la giocosità dell’unico Trio composto da Ildebrando Pizzetti, compositore parmense a cui i Tre riservano un omaggio speciale.
 
 
Oratorio di San Filippo Neri ore 20.30
Giovedì 19 novembre 2020
CALL FOR YOUNG PERFORMERS
Interpreti selezionati dal progetto europeo IDEA del Divertimento Ensemble
Maria Iaiza, Arianna Granieri, Daniele Fasani, Riccardo Bisatti, Giorgio Lazzari pianoforte
Daniele Sabatini, Emilie Chigioni violino e viola
Michelangelo Lazzareschi flauto basso
STEFANO GERVASONI compositore e relatore
 
 
STEFANO GERVASONI:
Prés – I
Prés – II
Prés – III
Studio di disabitudine
Adagio di sgelo, da Mozart, KV 356 per violino, flauto basso e violaprima esecuzione italiana
Sonatinexpressive per violino e pianoforte
 
 
Musica Insieme sostiene da diversi anni il progetto europeo IDEA, dedicato quest’anno a Stefano Gervasoni, che incontrerà pubblico e studenti, in programma una sua prima esecuzione italiana da Mozart

cartolina 10x21_Bologna Modern 2020.pdf cartolina 10x21_Bologna Modern 2020