Sabine Meyer - Nils Mönkemeyer - William Youn

Sabine Meyer - Nils Mönkemeyer - William Youn

Teatro Manzoni - ore 20:30

lunedì 23 marzo 2020

I CONCERTI DI MUSICA INSIEME
STAGIONE 2019 / 2020
Abbonamenti e Biglietti


Programma:

Robert Schumann
Studi in forma di Canone op. 56 n. 2, n. 4 e n. 6

Wolfgang Amadeus Mozart
Sei Variazioni su Au bord d’une fontaine KV 460

Robert Schumann
Märchenerzählungen op. 132

Clara Schumann
Ich hab' in deinem Auge op. 13 n. 5
Geheimes Flüstern hier und dort op. 23 n. 3

Robert Schumann
Widmung op. 25 n. 1

Wolfgang Amadeus Mozart
Trio in mi bemolle maggiore KV 498 – Kegelstatt-Trio

Per l’ensemble capitanato dalla clarinettista Sabine Meyer un programma che affianca il celebre “Trio dei birilli” a rare pagine tutte da scoprire. Clarinettista di fama internazionale, Sabine Meyer ha iniziato il suo percorso nella Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, per dedicarsi poi con maggiore intensità alla carriera solistica che l’ha portata a calcare i palcoscenici più prestigiosi del mondo a fianco dei Berliner e dei Wiener Philharmoniker, come della Chicago Symphony Orchestra, della London Philharmonic e della NHK Symphony di Tokyo. Artista in residenza allo Schleswig-Holstein Music Festival, è protagonista di laboratori didattici e di progetti speciali insieme al Trio Clarone, con cui si dedica alla riscoperta di opere raramente eseguite e all’esplorazione di generi e stili diversi, dal jazz alla contemporanea. In trio con il pianista William Youn, allievo di Menahem Pressler e solista al fianco della Cleveland Orchestra, dell’Orchestra del Mariinskij e della Philharmonic Orchestra di Seoul, e del violista Nils Mönkemeyer, ospite regolare del Musikverein di Vienna, del Royal Concertgebouw di Amsterdam e della Wigmore Hall di Londra, ha inciso un premiatissimo cd di trascrizioni di arie mozartiane per clarinetto, viola e pianoforte. Proprio del compositore austriaco il trio proporrà le Variazioni sulla chanson francese Au bord d’une fontaine KV 360 e il celeberrimo Kegelstatt-Trio, il “Trio dei birilli”, una pagina brillante che esalta tutta la calda vocalità del clarinetto. Il secondo polo del programma è rappresentato dalla famiglia Schumann, con alcune preziose rarità composte dai due coniugi, a partire dai tre Studi in forma di Canone e da Märchenerzählungen op. 132 di Robert, quattro fiabesche pennellate velate di inquietudine. A William Youn saranno poi affidate le trascrizioni pianistiche, ad opera di Liszt, di due Lieder di Clara e di Widmung, il dono musicale che lei ricevette da Schumann per le loro nozze.