Musica Insieme

Bologna Modern - Progetto Šostakovič - Quartetto Adorno

Oratorio San Filippo Neri - ore 20:30

giovedì 22 novembre 2018

Integrale dei quartetti di Šostakovič #5

Programma:

Dmitrij  Šostakovič
Quartetto 13 in Si Bemolle Minore Op. 138 (1969) durata: 20'
Quartetto 14 in Fa Diesis Maggiore Op. 142 (1972) durata: 26'
Quartetto 15 in Mi Bemolle Minore Op. 144 (1974) durata: 36'

Durata 82 min. ca.

 

Quartetto n. 13 in si bemolle minore op. 138 (1970)

La malattia di Šostakovič non fu mai diagnosticata con certezza ma sembra si trattasse di sclerosi laterale amiotrofica, incurabile. Un soggiorno in una clinica siberiana, nel 1970, portò  qualche miglioramento. "Con la destra mi faccio la barba, mi abbottono, riesco a infilarmi il cucchiaio in bocca e così via", scrisse Šostakovič a un amico l'11 maggio. E ciò basta a farci capire quale dovesse essere stata la sua sofferenza. Durante la degenza venne iniziato il Quartetto n. 13 in un solo movimento, un lungo Adagio. Poema notturno, sonno della ragione che goyescamente genera mostri, con una specie di fox-trot allucinato, il Quartetto n. 13 si affianca alla Sinfonia n. 14 nella quale "la Morte entra ed esce dalla taverna".

Quartetto n. 14 in fa diesis maggiore op. 142 (1973)

Nel gennaio del 1973, durante un ricovero in ospedale, venne diagnosticato a Shotakovic un cancro al polmone. E Šostakovič accettò serenamente la sorte. Per il Quartetto n. 14, dedicato al violoncellista del Quartetto Beethoven, egli scelse la tonalità dell'amore e compose un lavoro pieno di ammiccamenti, di scherzetti, di citazioni, un delizioso divertissement.

Quartetto n. 15 in mi bemolle minore op. 144 (1974)

Sei pezzi con titoli caratteristici formano l'utimo Quartetto. Una suite? Sì, ma di sei adagi, collegati fra di loro e tutti nella stessa tonalità. Un tour de force compositivo, senza dubbio. Ma, poeticamente, una visione cosmica della morte, maturata da un genio della musica al termine di un lungo cammino. Il Quartetto fu ultimato all'inizio di giugno. Šostakovič morì un anno e   due mesi più tardi.

(Piero Rattalino)

 

 

QUARTETTO ADORNO

Edoardo Zosi violino
Liù Pelliciari violino
Benedetta Bucci viola
Danilo Squitieri violoncello

Premiato al Concorso “Borciani” 2017 (primo Quartetto italiano a ottenere un riconoscimento così importante nella storia del concorso), si esibisce per importanti istituzioni, come Wigmore Hall di Londra, Ravenna Festival, Società dei Concerti di Milano, Festival dei Due Mondi di Spoleto. Nel 2017 l’Adorno è stato nominato ensemble effettivo di ECMA-European Chamber Music Academy fondata dal Maestro Hatto Beyerle. Nel 2018 è vincitore del Concorso internazionale “V.E. Rimbotti” e diviene Artista associato in residenza presso la Chapelle Musicale “Reine Elisabeth” di Bruxelles.

 

Biglietti in vendita a partire da venerdì 14 settembre online sul circuito Vivaticket, presso il Teatro Auditorium Manzoni (dal martedì al sabato, ore 15.00-18.30) e nelle sedi dei concerti a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Progetto Šostakovič, Oratorio di San Filippo Neri

Posto unico 15 € intero / 12 € ridotto
Carnet integrale per 5 concerti: intero 60 € / ridotto 50 €

Riduzioni: Abbonati Musica Insieme e Teatro Comunale, titolari Card Musei Metropolitani, Bologna Jazz Card, studenti, Under30